Archivi per la categoria ‘classifica libri’

Classifica libri novità: seconda settimana di maggio 2012

Tra i libri novità delle ultime settimane, il nuovo romanzo di Erri De Luca “Il torto del soldato” è senza dubbio tra i più richiesti insieme a “Luce degli oceani” di Stedam.

Altra novità molto interessante è la raccolta di racconti di Niccolò Ammaniti: “Il momento è delicato”
Lo scrittore romano, Premio Strega nel 2007 con il romanzo “Come Dio comanda”, questa volta ha deciso di fare un regalo speciale ai suoi lettori e pubblica una serie di racconti che ha scritto in circa vent’anni di carriera letteraria:
“E spero che la stessa goduria la possa provare anche tu, caro lettore, leggendo questa raccolta di racconti che ho scritto durante gli ultimi vent’anni. C’è un po’ di tutto. Non devi per forza leggerla in treno. Leggila dove ti pare e parti dall’inizio o aprendo a caso.”
Così, presenta il libro, sulla quarta di copertina, lo stesso autore.

“Un giorno arriverò” di Silvana Mossano, racconta invece la GRANDE Storia e attraverso le vicende di Anita, ci riporta indietro nel tempo, a cavallo tra le due guerre mondiali”, e a farci rivevere il sogno di raggiungere un giorno  “la Merica”.
Una saga familiare intensa e commovente che racconta di Anita che non si arrende e vive la sua vita, di fatica e lavoro, ma anche di piccole grandi gioie, in attesa del momento in cui raggiungerà finalmente il porto di Genova e salirà sulla grande nave per solcare la pianura liquida e sconfinata dell’oceano. Un giorno partirà, a dispetto di sua madre, di suo marito, di Mussolini e della guerra. E l’America, il Paese dove tutto è possibile, diventerà realtà. Un giorno… La Storia cammina accanto ai personaggi di questo romanzo, li tocca e li travolge; figure forti di donne, immerse nei profumi e nelle nebbie delle valli piemontesi, segnate da drammi che da piccoli e quotidiani diventano grandi e universali.

Classifica dei libri più venduti maggio 2012: Gramellini, Del Piero ed Ervas

Massimo Gramellini continua a dominare la classifica dei libri più venduti delle ultime settimane. Un successo che replica quello del precedente romanzo “L’ultima riga delle favole” e consegna il noto giornalista nell’olimpo degli scrittori più amati della narrativa italiana contemporanea.
Altro caso editoriale è quello di Fulvio Ervas che con “Se ti abbraccio non aver paura”, la storia di un padre e di un figlio autistico, in viaggio in the road, racconta la forza della passione per la vita e la gioia di lasciarsi fluire con essa, nonostante le difficoltà e la malattia.
Un libro commovente e di una forza narrativa incredibile!

Altro nome pronto a scalare velocemente la classifica è quello di Niccolò Ammaniti, attesissimo dai suoi fans.
Ci sono poi nomi illustri prestati alla penna come Alessandro del Piero che racconta della passione per lo sport e le difficoltà per mantenersi a gala in un mondo, come quello del calcio, troppo spesso spietato.
E c’è anche il cantautore Francesco Guccini che con “Il dizionario delle cose perdute” regala la lettore il sapore e il profumo delle cose semplici di un tempo.

CLASSIFICA ufficiale dei libri più venduti
(dati IBUK, Informazioni editoriali)

1 Fai bei sogni
Massimo Gramellini

2 Giochiamo ancora
Alessandro Del Piero; Maurizio Crosetti

3 Se ti abbraccio non aver paura
Fulvio Ervas

4 Il rumore dei baci a vuoto
Luciano Ligabue

5 Tre volte all’alba
Alessandro Baricco

6 Tipi sinistri. I gironi infernali della casta rossa
Gianpaolo Pansa

7 Il coraggio di sognare. Noi, gli One Direction
AA- VV.

8 Il momento è delicato

Niccolò Ammaniti

9 Dizionario delle cose perdute
Francesco Guccini


10 Obbedienza e libertà. Critica e rinnovamento della coscienza cristiana

Vito Mancuso

Libri novità: classifica prima settimana di maggio

Niccolò Ammaniti, Sveva Casati Modignani ed Erri de Luca, sono i nomi di punta della classifica dei libri novità di questo inizio maggio!
Autori di spicco nel panoramca della narrativa italiana contemporanea, anche questa volta regalano ai loro lettori storie intense e capaci di raccontare i sentimenti che legano un padre e una figlia, l’amore e la passione.
Ben saldo, sulle prime posizioni dei libri novità più apprezzati dal pubblico, rimane il romanzo di Nair Kamala che, secondo i giudizi della stampa,  sarà un best seller della prossima stagione.

Il torto del soldato di De Luca Erri
“Non mi prenderanno vivo. Ne hanno catturati mille di noi, ma non farò la fine di una foglia d’autunno che si arrende”.

Un vecchio criminale di guerra vive con sua figlia, divisa tra la repulsione e il dovere di accudire. Lui è convinto di avere per unico torto la sconfitta. Lei non vuole sapere i capi d’accusa perché il torto di suo padre non è per lei riducibile a circostanza, momento della storia. Insieme vanno a un appuntamento prescritto dalla kabbalà ebraica, che fa coincidere la parola fine con la parola vendetta. Pretesto sono le pagine impugnate da uno sconosciuto in una locanda”Sono decisa a raccontare questa mia vicenda a beneficio di chi potrà capirla meglio di me” Spero in un lettore che possa un giorno spiegarmela”. È una donna a lasciarsi raccontare. Ed è la sua storia di figlia, quella che racconta. Il padre, tanto anziano da passare per lungo tempo come suo nonno, ha continuato a ripetere “il torto del soldato è la sconfitta” per gran parte della sua vita. Almeno della vita che ha vissuto dopo la caduta del Terzo Reich – braccato dai suoi potenziali giustizieri e soprattutto dal senso della sconfitta. Si è fatto una nuova famiglia a Vienna dentro il guscio di una calma e di una normalità apparente. Alla figlia ha sempre assicurato buone vacanze, d’inverno nel Tirolo, d’estate a Ischia. E a Ischia lei ha imparato a nuotare da un ragazzo sordomuto: per tutta la vita la mano che la teneva sospesa sull’acqua è stato l’unico segno di leggerezza di cui ha fatto esperienza. Per poter continuare ad essere figlia ha messo infatti un macigno sulla sua femminilità, sulla sua sessualità, sul suo corpo. Il senso della sconfitta si acuisce quando il padre scopre i libri della Kabbalà e lo studio di quel misterioso scambio delle parti fra numeri e lettere diventa la sua nuova martellante ossessione. E ancora più martellante appare e continua a riapparire il 190, il numero della vendetta.

Léonie di Casati Modignani Sveva
“Una grande storia d’amore. Un solo giorno per viverla, ogni anno. Ancora una volta, Sveva Casati Modignani cattura i lettori con Léonie “

Una saga famigliare che copre quasi un secolo di storia italiana, dagli anni Venti fino a oggi, e mette in scena personaggi incantevoli: uomini intelligenti, autentici e lungimiranti, che hanno al loro fianco donne forti, capaci di consigliarli e sostenerli, donne insostituibili.In una grande dimora, alle porte di Milano, vivono i Cantoni, proprietari da tre generazioni delle omonime prestigiose rubinetterie. In apparenza, ogni componente della famiglia ha una personalità lineare. Nella realtà, ognuno di loro nasconde segreti che lo hanno segnato. È la regola dei Cantoni: ci sono situazioni che, anche se note a tutti, vanno taciute. Si tace perfino sulla vena di follia che affligge Bianca, la matriarca di questa dinastia. Un giorno entra in scena Léonie Tardivaux, una giovane squattrinata francese che sposa Guido Cantoni, l’unico nipote di nonna Bianca. La ragazza si integra così bene con la famiglia da assimilarne tutte le abitudini, compresa la legge del silenzio su certe vicende personali. Questo non le impedisce di essere una moglie esemplare, una madre attenta, una manager di talento, in grado di guidare con successo l’azienda nel mare ostile della recessione economica. E intanto coltiva il suo segreto, quello che ogni anno, per un solo giorno, la induce a lasciare tutto e a rifugiarsi in un romantico albergo sul lago di Como.

Il momento è delicato di Ammaniti Niccolò
“Se dovessi fare un paragone azzardato, il romanzo è una storia d’amore, il racconto è la passione di una notte”

(Niccolò Ammaniti)
Sedici racconti folgoranti per ripercorrere vent’anni di carriera e innamorarsi, ancora o per la prima volta, di un grande autore.  Se un ladro improvvisato, credendo di trovare una casa vuota, si imbattesse invece in un ragazzo mostruoso e disperato? Se una notte, a Villa Borghese, un uomo che cade a pezzi incontrasse la protagonista dei suoi sogni erotici? Se tua moglie stesse per tornare a casa, e dovessi cancellare in ogni angolo le tracce di un tradimento? Se la ragazza che ti rende felice fosse la figlia di una donna che ti incute terrore? E se l’apocalisse fosse molto più silenziosa e molto più straziante di quelle che tante volte abbiamo immaginato? Sedici racconti folgoranti, che ripercorrono vent’anni di carriera di uno dei nostri più grandi talenti e ripropongono, nello spazio di poche pagine, i temi e l’immaginario che hanno reso celebri i suoi romanzi.

Una casa di petali rossi di Nair Kamala
“Leggere questo libro è un’esperienza indimenticabile: le protagoniste – con i loro errori, i loro rimpianti, le loro paure e i loro segreti – lasciano il segno”
(Elle)
Oltre il muro c’è un giardino in cui nessuno può entrare. Oltre il muro è nascosto un segreto che la mia famiglia custodisce da anni. Oltre il muro c’è una prigione e solo io ho le chiavi per aprirla. Come un prisma che riflette i colori, gli odori e i sapori delle emozioni, questo sorprendente romanzo dispiega le infinite sfumature dei sentimenti umani e le ricompone nella storia di Rakhee, per rivelare come sia sempre possibile spezzare le catene del passato e aprirsi con slancio a ciò che il futuro può offrire. È mattina presto quando Rakhee esce di casa, diretta all’aeroporto. Dietro di sé, lascia un uomo addormentato, un anello di fidanzamento e una lunga lettera. Ma soprattutto lascia un segreto. Un segreto che lei e la sua famiglia hanno custodito per anni. Un segreto che sembrava ormai sepolto sotto la polvere del tempo. Il segreto di Rakhee ha radici lontane ed è legato all’estate del suo primo viaggio in India, a un mondo illuminato da un sole accecante oppure annerito da cortine di pioggia, a una vecchia casa quasi troppo grande da esplorare, a cibi intensamente saporiti e colorati, a zie vestite con sari sgargianti, a cugine chiassose e ficcanaso, e a un giardino lussureggiante, nascosto dietro un alto muro di cinta… Allora Rakhee era troppo giovane per sopportare il peso della sua scoperta, ma non è mai riuscita a dimenticarla e adesso, proprio mentre la vita le regala promesse di gioia, comprende che è arrivato il momento di dire la verità, anche se ciò significa perdere tutto, compreso l’amore. Tocca a lei abbattere le mura di quel giardino che la sua famiglia ha così caparbiamente difeso. Tocca a lei trovare la chiave per aprire la casa di petali rossi…

Classifica dei libri novità per Pasqua 2012

Qualche consiglio per le buone letture durante le vacanze di Pasqua.
Abbiamo stilato una sorta di classifica dei libri novità che potrebbero occupare molto piacevolmente il vostro tempo libero.

In pole position per tutti gli amanti di Alessandro Barrico c’è “Tre volte l’alba” una sorta di “continuazione” del già fortunatissimo “Mr Gwyn”.
A nostro avviso, merita di essere letto anche “L’armadio dei vestiti dimenticati” indicato come un nuovo caso editoriale arrivato direttamente dalla Finlandia. L’autrice Riikka Pulkkinen è osannata dagli editori di mezzo mondo che hanno letteralmente scalpitato per avere i diritti di pubblicazione. La storia racconta di un segreto e dell’amore che lega una figlia e una madre. Intenso e toccante, un romanzo che tocca un tema delicato come quello dei legami familiari.

Un’altro romanzo che tocca la sfera familiare e diventa una commovente quanto toccante confessione tutta al femminile è “Un uso qualunque di te”.Watch Full Movie Online Streaming Online and Download

Molto interessante anche la nuova prova letteraria di Francesco Piccolo “Storie di primogeniti e figli unici” che attraverso 9 storie di infanzia, adolescenza e giovinezza, cerca di afferrare il senso della vita osservando i dettagli e le situazioni apparentemente insignificanti, come nello stile ormai inconfondibile dell’autore.

E per chi è interessato alla saggistica consigliamo Corrado Augias: “Il disagio della libertà. Perchè agli italiani piace avere un padrone e l’evento editorial – politico del 2012: “Putin. L’uomo senza volto”

Classifica libri più venduti quarta settimana di febbraio.
  Superare la crisi si può!

Come uscire dalla crisi al tempo dello spread e dell’arbitrio? Con la ragione e il senso autentico della libertà. La grande saggistica questa settimana in cima alle classifiche.
L’ex ministro dell’economia Giulio Tremonti pubblica per i tipi di Rizzoli, Uscita di sicurezza, vademecum per uscire da questo mostruoso videogame della crisi in cui siamo entrati senza capirlo e senza volerlo. Mettere l’ordine al posto del caos; separare l’attività produttiva dall’attività speculativa; chiudere la bisca della finanza, in modo che siano i giocatori e non noi a pagare per le perdite sulle puntate; ristabilire il primato delle regole; pensare a investimenti pubblici in beni di interesse collettivo. Solo così, mettendo la ragione al posto degli spread, l’uomo al posto del lupo, il pane al posto delle pietre, si può trovare insieme l’uscita di sicurezza.
L’indagine di Corrado Augias su una pericolosa debolezza del nostro carattere (Il disagio della libertà. Perché agli italiani piace avere un padrone, Rizzoli) è anche un appello a ritrovare il senso alto della libertà, intesa come il rispetto e la cura dei diritti di tutti. In novant’anni di storia, dal 1922 al 2011, abbiamo avuto il Ventennio fascista e il quasi ventennio berlusconiano, scegliendo di farci governare da uomini con una evidente, e dichiarata, vocazione autoritaria. Perché? Una risposta possibile è che siamo un popolo incline all’arbitrio, ma nemico della libertà. Vantiamo record di evasione fiscale, abusi edilizi, scempi ambientali, ma anche di compravendita di voti, qualunquismo: in poche parole una tendenza ad abdicare alle libertà civili su cui molti si sono interrogati. Da Dante con la sua invettiva «Ahi serva Italia, di dolore ostello!» e Guicciardini con la denuncia del nostro amore per il “particolare” fino a Gramsci che lamentava un individualismo pronto a confluire nelle «cricche, le camorre, le mafie, sia popolari sia legate alle classi alte». Pesa su questo atteggiamento la particolarità di una storia difficile e divisa. La lealtà e l’orgoglio nazionale infatti non si improvvisano, non si istituiscono per decreto. Ma se c’è un momento in cui avremmo bisogno di una svolta, di un empito d’orgoglio nazionale, è proprio l’attuale.

Carmela Bafumi

 

 

 

 

 

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi