Acciaio..caso pubblicitario o vero cult?

Divisa per una manciata di voti dal vincitore del Premio Strega 2010 Antonio Pennacchi, la giovane autrice piace e fa discutere. Amata dalla maggiorparte dei lettori, che hanno contribuito a fare del suo romanzo di esordio un grande successo editoriale, meno apprezzata da critici affermati come il Professor Belpoliti, docente universitario, scrittore, nonchè stimato critico letterario autore di recensioni e articoli culturali per La Stampa e L’ Espresso. “Un caso da manuale di marketing”..così viene definito da Belpoliti il polverone mediatico e pubblicitario che ha catapultato “Acciaio” ai primi posti tra i libri più venduti degli ultimi mesi.

Il romanzo è ambientato a Piombino, in un marginale quartiere periferico abitato da umili operai, studenti universitari, spacciatori, ladruncoli. Fanno da scenario vie disordinate e degradate,  immensi palazzoni popolari. Silvia Avallone ci racconta la storia della profonda amicizia tra Francesca e Anna, due ragazzine che crescono insieme in questo contesto desolato, fatto di adulti cupi e tristi, ragazzi senza interessi, senza ambizioni, rovinati dalla droga presa come diversivo a una vita noiosa, per dimenticare la disillusione provocata da un lavoro insoddisfacente. Le due ragazze crescono, maturano, si uniscono in un rapporto lesbico..il loro rapporto è fatto di amore, gelosie, rabbia..fino ad arrivare alla separazione. Per Francesca inizia così un periodo difficile e devastante che la spingerà in un percorso autodistruttivo e disperato.

“Acciaio” non è un romanzo facile, non è un racconto felice e spensierato. Racconta di cortili in cui “bambini giocano accanto a ragazzi che spacciano e vecchie che puzzano”, di vite difficili, di uomini disonesti, di padri violenti, di giovani dirottati verso un futuro senza prospettive e senza vie d’ uscita, di morti sul lavoro, della perdita dei valori comuni.

Forse sarà stato spinto ai vertici delle classifiche anche grazie a un buon lavoro pubblicitario, forse confeziona temi “commerciali”. Resta comunque un buon romanzo, dalla narrazione efficace e coinvolgente, che merita di essere letto. Soprattutto dai tanti ragazzini abituati all’ adolescenza caramellata raccontata dagli ultimi bestsellers che tanto hanno spopolato, pur non essendo certo capolavori letterari.

ACQUISTA ORA “Acciaio”

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Nessun elemento, il feed é vuoto.

Please follow & like us :)
  • Per tutti i giorni della tua vita
    Emily ha vent'anni e non si aspettava di diventare madre così presto. Con Will, conosciuto per caso in un pub, ha un rapporto tiepido, troppo timidi entrambi, forse, troppo poco innamorati. Ma la notizia della gravidanza, per quanto giovanissimi, li unisce in un progetto grande e nuovo, e decidono di provare a essere una famiglia. […]
  • Quaderno d'inverno. Giochi ed esercizi per adulti. Vol. 2
    Giochi e attività non per passare il tempo, ma per renderlo indimenticabile. Torna il Quaderno d'inverno: freddo, non ti temiamo! Da soli, con una bella musica di sottofondo e una tazza di tè in mano. In baita con gli amici di sempre. Con il tuo lui o la tua lei sul divano, una sola matita […]
  • Ascolta la pioggia
    Delhi, 1947. Alma ha solo quattordici anni quando la nonna la promette in sposa a un ragazzo di una casta superiore, che lei non ha mai incontrato. Una decisione che getta tutta la famiglia nello sconcerto. I genitori di Alma sono professori universitari e hanno sempre incoraggiato le figlie a studiare e a essere libere. […]
  • Addio Emanuela. La vera storia del caso Orlandi. Il sequestro, i depistaggi, la soluzione
    La verità sul terribile caso Orlandi è più dura di quanto si pensasse, ed era già da tempo sotto i nostri occhi. La scomparsa di Emanuela Orlandi, quindicenne cittadina del Vaticano sequestrata nel giugno 1983, è uno dei misteri più oscuri e terribili nella storia d'Italia. Mentre la famiglia lotta da anni in cerca di […]
  • Matrix
    Inghilterra, dodicesimo secolo. Marie, bandita dalla corte della regina Eleonora d'Aquitania, che ama di un amore ardente, è una ragazza sola, figlia illegittima di re, inutilmente colta, inutilmente appassionata, destinata com'è a una vita di clausura in un'abbazia che ha conosciuto giorni migliori, abitata da un piccolo popolo di donne inacidite dalla segregazione, dispettose, anche […]
Archivi
Paper blog

 

 

 

 

 

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi