I maledetti e gli innocenti..il racconto di un dolore

“Il pedofilo del doposcuola. Solo il titolo dell’ articolo mi causò un violento conato di vomito che mi costrinse a sedermi al tavolo della cucina. Per fortuna che Daniele, mio marito, era uscito per andare in università e che i ragazzi erano tutti fuori, Marco e Alberto alla solita partitella di calcio e Sofia, la piccolina, a giocare da un’ amichetta. Mi costrinsi a leggere l’ articolo di quel mostro che conoscevo così bene.”

Milena è una moglie e una madre appagata e felice. Ma la sua serenità viene turbata da un articolo di giornale che, brutalmente, la riporta a trent’ anni prima. A quando è una bambina, indifesa, innocente. A quando la sua infanzia le è stata rubata da quel giovane seminarista la cui foto campeggia ora a fianco di qual maledetto articolo. Trascinata con forza in quel passato volutamente dimenticato, Milena rivive con dolore, ma affronta con coraggio, la sua infanzia violata dal ragazzo che impartiva lezioni a lei e ad altri ragazzini del quartiere. Quell’ ex seminarista tanto innocente quanto maledetto. Innocente perchè egli stesso vittima, da bambino, di vergognose molestie. Maledetto perchè autore, da adulto, di quelle stesse imperdonabili violenze.

Il romanzo è scritto da Francesco Viviano e Alessandra Ziniti, stimati e premiati giornalisti de “La Repubblica”, da anni a seguito delle più importanti inchieste di mafia e dei fatti di cronaca della Sicilia. Già collaboratori e vincitori, insieme, del premio “Cronista dell’ anno” nel 2008, i due autori firmano un romanzo graffiante quanto attuale. Il libro trae ispirazione da fatti realmente accaduti, emersi da un’ inchiesta sulla pedofilia che ha portato agli atti il diario personale dell’ imputato, un uomo prima vittima e poi attuatore delle stesse violenze subite.

Un libro che informa, scuote, fa commuovere e fa riflettere. Assolutamente da leggere per l’ attualità del tema trattato, per la veridicità di una storia tanto dolorosa e drammaticamente vera. Per sapere, per non chiudere gli occhi..per salvare i futuri innocenti..per sperare che non ci siano più maledetti.

ACQUISTA ORA “I maledetti e gli innocenti”

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Errore: Feed sotto errore o non valido

Please follow & like us :)
  • Meglio morto
    Mi guardo intorno e vedo il nulla. Proprio ciò che cercavo. Questa cittadina di confine non ha niente da offrire: nessun negozio decente, nemmeno un posto dove bere un buon caffè. Qui non ci viene nessuno in vacanza: qui ci si arriva solo se si ha un motivo. Io un motivo ce l'ho. E se […]
  • La regola del bonsai
    A sette anni, mentre assiste con il padre Rudolf allo sbarco del primo uomo sulla luna, Werner Wolf viene a sapere qualcosa che gli cambierà la vita per sempre: sua madre Klara è il frutto segreto della relazione tra Eva Braun e Adolf Hitler. L'inevitabile conseguenza è che Werner ha avuto in sorte come nonno, […]
  • Il vivo mare dei sogni a occhi aperti
    È un mercoledì pomeriggio quando Anna entra nel parcheggio di Argyle Street, di fronte al Royal Hobart Hospital, e si accorge che le manca un dito. È sparito, il suo anulare sinistro è sparito come il sole nascosto dal fumo degli incendi, come intere specie animali condannate dal riscaldamento globale, come arbusti, eucalipti e piccole […]
  • Amore matrimonio
    Studentessa di medicina a Londra, Yasmin Ghorami ha diversi motivi per non lamentarsi: una famiglia che la ama, una promettente carriera come medico e soprattutto un bel fidanzato, Joe Sangster, compagno di università e futuro sposo. Eppure, quando le nozze ormai si avvicinano, l'incontro tra la sua famiglia e quella di Joe si rivela per […]
  • La coscienza di Montalbano
    Sono sei i racconti qui chiamati a raccolta, con un evidente cambio di scala rispetto ai romanzi. Storie riunite per la prima volta in volume, scritte in tempi diversi e non incluse nelle antologie che Camilleri ha pubblicato in vita. Le inquadrature brevi, la rapinosità del ritmo, la giustapposizione scorciata delle trame, la scrittura sghemba […]
Archivi
Paper blog

 

 

 

 

 

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi