Un nuovo avvincente caso per il commissario Van In

Presentato il 15 luglio a Roma, ecco il nuovo romanzo di Pieter Aspe, autore fiammingo entrato con successo nel panorama editoriale con i bestseller “Il quadrato della vendetta” e “Caos a Bruges”, titoli venduti in migliaia di copie a soli pochissimi mesi dall’ uscita. “Le maschere della notte” è il terzo romanzo del vincitore del Premio Hercule Poirot, (miglior scrittore fiammingo di gialli), che ha come protagonista il commissario Van In e la bellissima Bruges come scenario narrativo. Un ennesimo successo e la conferma della valenza di un autore che dice di amare il nostro Camilleri e che, con i suoi appassionanti gialli, ha contribuito a promuovere la medievale Bruges, perla del nord europa, nominata nel 2000 Patrimonio UNESCO dell’ umanità.

Ed è nella periferia della bella cittadina che la storia ha inizio. Siamo in un villino di campagna. Durante i lavori di ristrutturazione, la piccola figlia dei proprietari trova nel giardino antistante lo scheletro di un essere umano. Le indagini del caso vengono affidate al commissario Van In, affiancato dalla collega, nonchè compagna in dolce attesa, Hannelore. Dalle analisi sullo scheletro ritrovato si evince che la vittima si era sottoposta ad un intervento di chirurgia estetica e di ricostruzione dentale, mentre le indagini condotte rivelano che il villino dove è stato rinvenuto lo scheletro un tempo era un bordello di lusso, il “Love”,  frequentato dagli uomini più facoltosi della città.
E’ grazie all’ intraprendenza di una giovane agente, Carine Neels, che le indagini arrivano ad una svolta, tra nuovi sviluppi e colpi di scena mozzafiato.


Un giallo avvincente e affascinante, popolato da personaggi veri e credibili..dall’ ormai affezionato Van In, passando per il suo braccio destro Versavel, fino ai personaggi femminili di Hannelore e Carine. Uno spaccato della cittadina belga che bene potrebbe adattarsi a qualsiasi realtà odierna, con temi sempre attuali e alla ribalta della cronaca come prostituzione, pedofilia e corruzione politica.
Una scrittura frizzante e dinamica, un romanzo che sicuramente farà parlare di sè.

ACQUISTA ORA “Le maschere della notte” IN SCONTO -15%

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Nessun elemento, il feed é vuoto.

Please follow & like us :)
  • Sinceramente non tuo
    Quand'è che Antonello Durante ha iniziato a colare a picco? Con quell'aria sorniona e stropicciatà ha sempre avuto il physique du rôle del fotografo rock i cui scatti, secondo un autorevole giudizio, "hanno cambiato il modo in cui guardiamo un concerto". Peccato che da diversi anni, per via dell'avvento dell'autofocus e del digitàle, e poi […]
  • Osservazione sulle faccende domestiche
    Quando il Man Booker International Prize del 2013 fu assegnato a Lydia Davis, uno dei membri della giuria scrisse: "I suoi scritti spalancano le loro braccia leggere per abbracciare molti generi. Come classificarli? Dovremmo semplicemente concordare con la definizione ufficiale e chiamarli racconti? O forse miniature? Aneddoti? Saggi? Barzellette? Parabole? Favole? Testi? Aforismi? Preghiere, o […]
  • Simon
    Questo libro è una vità intera. La vità di Simón. Che apre gli occhi nel bar scalcagnato di famiglia, in mezzo ad adulti che non si parlano. Il bar non sarebbe esattàmente il posto migliore per un ragazzino, ma la domenica la vità di Simón si trasforma in pura magia. Perché ogni domenica Rico, il […]
  • Notte di battaglia
    Da sua nonna Swiv impara milioni di cose indispensabili e del tutto inutili, essenziali e strampalate. Soprattutto impara a ridere sempre e non mollare mai. «Siamo tutte combattenti. Siamo una famiglia di combattenti»: sua nonna Elvira, incontenibile e meravigliosamente irriverente, sua mamma «Mooshie», lunatica e pericolosamente incinta, e lei, Swiv, un vulcano di parole e […]
  • Cuore di donna
    Little Itàly, New York, aprile 1895. Una giovane immigratà itàliana di nome Maria Inez Cortese, con una terribile storia di violenze familiari alle spalle, entra in una locanda e uccide con un colpo di coltello alla gola suo marito, Catàldo Mottà, l'uomo che sua madre l'aveva costrettà a sposare, rinunciando al ragazzo che amava. Questà […]
Archivi
Paper blog

 

 

 

 

 

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi