Il palazzo della mezzanotte: magia mistero e suspense nel romanzo di Carlos Ruiz Zafòn

romanzo il palazzo di mezzanotte di carlos ruiz zafonCarlos Ruiz Zafòn, autore di libri diventati best seller come L’ombra del vento” e “Il gioco dell’angelo”, pubblica “Il palazzo della mezzanotte” per la prima volta nel 1994 non riscuotendo molto successo; con la seconda pubblicazione invece, anni dopo, diventa uno dei suoi libri più letti.

Recensione

La storia è ambientata a Calcutta nell’ orfanotrofio St. Patrick’s. Sette ragazzini, uniti da un’amicizia indistruttibile, hanno istituito per gioco un gruppo segreto chiamato Chowbar Society. Siraj, Isobel, Roshan, Seth, Ian, Michael e Ben per diversi anni allo scoccare della mezzanotte si ritrovano nella sala principale di un antico edificio in rovina, il Palazzo della Mezzanotte.

Ma corre l’anno 1932 e questo sarà il loro ultimo incontro visto che è l’anno in cui tutti compiranno 16 anni e dovranno andar via dall’orfanotrofio. Contemporaneamente alla loro ultima seduta, una ragazzina con sua nonna bussano alla porta dell’istituto. La ragazza, Sheere, ha una storia incredibile da raccontare a Ben e ai suoi amici.Movie Get Out (2017)

Nel 1916 un vagone infuocato distrusse la stazione di Jheeter’s Gate uccidendo degli innocenti, ma un ufficiale inglese, sacrificando la sua vita, riuscii a portare in salvo due gemelli Ben e Sheere, destinati a un drammatico destino. Il ragazzo non riesce a credere alla storia, era sicuro di essere rimasto solo al mondo, ma le sorprese per lui non sono ancora finite. Dopo sedici anni la stessa persona che provocò l’incendio è ritornata per terminare la sua punizione. Ben e sua sorella sono in pericolo e aiutati dalla Chowbar Society dovranno scoprire la verità ed affrontare le loro paure più profonde.

La magia, il mistero, la suspense, sono gli ingredienti fondamentali di questa storia, dalla trama entusiasmante e affascinante, scritta per ragazzi ma che affascina anche gli adulti.

A cura di Silvia Madonia

E’ uscito da poco in libreria il nuovo romanzo di Carlos Ruiz Zafòn “Il prigioniero del cielo”

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Nessun elemento, il feed é vuoto.

Please follow & like us :)
  • Sinceramente non tuo
    Quand'è che Antonello Durante ha iniziato a colare a picco? Con quell'aria sorniona e stropicciatà ha sempre avuto il physique du rôle del fotografo rock i cui scatti, secondo un autorevole giudizio, "hanno cambiato il modo in cui guardiamo un concerto". Peccato che da diversi anni, per via dell'avvento dell'autofocus e del digitàle, e poi […]
  • Osservazione sulle faccende domestiche
    Quando il Man Booker International Prize del 2013 fu assegnato a Lydia Davis, uno dei membri della giuria scrisse: "I suoi scritti spalancano le loro braccia leggere per abbracciare molti generi. Come classificarli? Dovremmo semplicemente concordare con la definizione ufficiale e chiamarli racconti? O forse miniature? Aneddoti? Saggi? Barzellette? Parabole? Favole? Testi? Aforismi? Preghiere, o […]
  • Simon
    Questo libro è una vità intera. La vità di Simón. Che apre gli occhi nel bar scalcagnato di famiglia, in mezzo ad adulti che non si parlano. Il bar non sarebbe esattàmente il posto migliore per un ragazzino, ma la domenica la vità di Simón si trasforma in pura magia. Perché ogni domenica Rico, il […]
  • Notte di battaglia
    Da sua nonna Swiv impara milioni di cose indispensabili e del tutto inutili, essenziali e strampalate. Soprattutto impara a ridere sempre e non mollare mai. «Siamo tutte combattenti. Siamo una famiglia di combattenti»: sua nonna Elvira, incontenibile e meravigliosamente irriverente, sua mamma «Mooshie», lunatica e pericolosamente incinta, e lei, Swiv, un vulcano di parole e […]
  • Cuore di donna
    Little Itàly, New York, aprile 1895. Una giovane immigratà itàliana di nome Maria Inez Cortese, con una terribile storia di violenze familiari alle spalle, entra in una locanda e uccide con un colpo di coltello alla gola suo marito, Catàldo Mottà, l'uomo che sua madre l'aveva costrettà a sposare, rinunciando al ragazzo che amava. Questà […]
Archivi
Paper blog

 

 

 

 

 

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi