Bianca come il latte rossa come il sangue

Un figlio di un re mangiava a tavola. Tagliando la ricotta, si ferì un dito e una goccia di sangue andò sulla ricotta. Disse a sua madre: “Mamma, vorrei una donna bianca come il latte e rossa come il sangue”. “Eh, figlio mio, chi è bianca non è rossa, e chi è rossa non è bianca. Ma cerca pure se la trovi”

E’ dall’ incipit di questa fiaba presente nella famosa raccolta di Italo Calvino che trae inspirazione il titolo del primo e fortunato romanzo di Alessandro D’ Avenia, giovane insegnante di lettere al liceo e sceneggiatore. Il diario di Leo, il protagonista, si legge velocemente, con una passione e un’ emozione che crescono pagina dopo pagina. Lo stile è sfrontato, pungente, divertente..come lo è un ragazzino sedicenne. Forte della sua esperienza giornaliera tra gli adolescenti, D’ Avenia riesce a scrivere con uno stile puro e vero. Il libro trabocca di tutti quei pensieri, di tutte quelle paure e ambizioni che sicuramente egli sente ogni giorno dalla viva voce dei suoi alunni. Ecco così che nasce un romanzo toccante e intenso quanto semplice e riflessivo. Pagine di vita vera che colgono con forza i sentimenti di un comune sedicenne alle prese con scuola, calcetto, amici, amore..e, impotentemente, alle prese con un disperato dolore. Un ritratto di adolescente diverso dal luogo comune, un ragazzo consapevole alle prese con sentimenti e riflessioni profonde. Un insegnante diverso da tutti gli altri..attento, stimolante, fiducioso nella crescita e nel miglioramento dei suoi ragazzi. Un tratteggio, neanche troppo velato, dell’ autore/professore. Un romanzo in cui si uniscono il bianco e il rosso..il bianco del silenzio, del vuoto..il rosso dell’ amore e della passione..così opposti, a volte uniti..come nella terribile leucemia di Beatrice..il suo sangue rosso che diventa drammaticamente bianco.

Un romanzo da leggere..per farsi coinvolgere, per ridere, per capire..e per piangere..perchè la vita è l’ unica cosa che non si inganna, se tu, cuore, hai il coraggio di accettarla….”

ACQUISTA ORA “Bianca come il latte rossa come il sangue”

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Nessun elemento, il feed é vuoto.

Please follow & like us :)
  • È così che si muore
    Sono passati dieci anni dall'ultima volta che il commissario Roberto Serra ha dovuto seguire un'indagine a Case Rosse, borgo di mille anime arroccato sull'Appennino emiliano in cui ha avuto luogo uno dei crimini più brutali della sua carriera. Ha chiesto lui di essere assegnato di nuovo a quel minuscolo commissariato tra le montagne e i […]
  • Agnelli coltelli
    A vent'anni dalla morte di Gianni Agnelli e a quattro dalla scomparsa di sua moglie Marella, la "guerra per l'eredità" è ripresa con intensità e asprezze inaudite. A fronteggiarsi in questa battaglia tra le aule giudiziarie di Ginevra, Milano e Torino, sono Margherita Agnelli e John Elkann, il primo dei suoi otto figli che oggi […]
  • La saggezza e l'audacia. Discorsi per l'Italia e per l'Europa
    Il Green Deal, la transizione digitale, un'Europa più forte e democratica, una maggiore giustizia sociale sono progetti indispensabili e di grande portata che l'Europa sta portando avanti, e dobbiamo riuscirci per lealtà verso i nostri concittadini. Ma l'Europa ha anche e soprattutto bisogno di un nuovo progetto di speranza, un progetto che ci accomuni, un […]
  • Tutti i fiori di Parigi
    Parigi, oggi. Dopo un brutto incidente, Caroline Williams si risveglia in ospedale senza alcun ricordo del suo passato, a eccezione di alcune immagini confuse di un uomo e di una bambina. Con l'aiuto di Victor, lo chef di un ristorante del quartiere, Caroline cerca faticosamente di ricomporre i tasselli della sua vita. Il percorso è […]
  • Promessa mortale
    Per la detective Kim Stone non è raro trovarsi di fronte a brutali casi di omicidio, ma stavolta c'è qualcosa di diverso. La vittima infatti è il dottor Gordon Cordell, un uomo dal passato oscuro coinvolto in una precedente indagine, e Kim continua a domandarsi chi potesse desiderarne la morte. Uno strano senso di inquietudine […]
Archivi
Paper blog

 

 

 

 

 

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi