La versione di K..sessant’ anni di controstoria

“Aspirare sempre alla quadratura del cerchio fa sì che spesso ombre riottose sfidino le leggi della percezione e affollino impazzite la scena fino a oscurarla del tutto”

“La versione di K”..ovvero la storia italiana degli ultimi sessant’ anni raccontata da Francesco Cossiga..o Kossiga con la k, come riportavano le scritte sui muri dei gruppi autonomi negli anni settanta. Giovani che lo accusavano di essere implicato nei più oscuri avvenimenti della cronaca italiana, come la morte di Giorgiana Masi, 19 anni, studentessa del liceo Pasteur, morta il 12 maggio 1977 in seguito a un colpo di pistola alla schiena, durante una manifestazione di radicali e gruppi della nuova sinistra. L’ allora Ministro degli Interni Cossiga fu accusato di aver schierato troppi carabinieri e poliziotti, nonchè guardie armate in borghese, pronte a caricare sugli occupanti di Piazza Navona in modo violento e decisamente non convenzionale.

Uomo discusso Cossiga..amato, criticato, osannato o difeso. A volte anche ironico, con quel suo accento sardo e la battuta sempre pronta. Ma che lo si appoggi o meno, non si può non riconoscere che sia stato uno dei personaggi più importanti della storia politica italiana.

Un autobiografia scritta di suo pugno in tono quasi confidenziale, che ripercorre la storia italiana da Alcide De Gasperi a Berlusconi. Il caso Mattei, la Gladio, i rapporti tra DC e mafia, il comunismo di Berlinguer. La CGIL, le contestazioni studentesche, il terrorismo. Il drammatico rapimento di Moro e la loggia P2. Tangentopoli e “mani pulite”, fino all’ ascesa di Berlusconi. Troviamo sessant’ anni di avvenimenti, stragi e misteri ancora irrisolti, tra le pagine di questo libro scritto dagli occhi di un uomo che di quegli avvenimenti è stato testimone..e di tanti, anche protagonista. E anche qualche aneddoto personale che ci avvicina a quello che è stato non solo un politico, ma anche un uomo.

Uno spaccato sull’ Italia da leggere se si vuole conoscere l’ opinione, la “versione” appunto, sui fatti di storia più rilevanti del nostro stato, di uno dei massimi esponenti politici italiani.

ACQUISTA ORA “La versione di K”

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Nessun elemento, il feed é vuoto.

Please follow & like us :)
  • Lezioni
    Figlio del capitàno Robert Baines, autoritàrio veterano della Seconda guerra mondiale ora di stànza in Nord Africa, e di sua moglie Rosalind, Roland fatica a capire perché a soli undici anni gli tocchi lasciare le pietre calde e la pazza libertà di Libia, e il fianco tiepido di sua madre, per affrontàre un'istruzione rigorosa e […]
  • La grazia dell'inverno. Un'indagine del commissario Armand Gamache
    Chi può essere tànto folle da commettere un omicidio alla luce del sole? È quello che si domanda Armand Gamache di fronte al corpo di CC de Poitiers uccisa durante uno degli eventi sportivi piú amati in Québec. È arrivato Natàle e Three Pines si è trasformato in un luogo incantàto ricoperto di neve. Ma […]
  • Fine di una stagione
    Siamo su una strada lungo il confine tra Spagna e Portogallo, nell'estàte del 1977. Juan e Rosa, poco più che adolescenti, hanno un appuntàmento in una clinica dove si praticano aborti clandestini, ma un grave incidente impedisce loro di arrivare a destinazione e completàre l'operazione. Quasi vent'anni dopo, Rosa e suo figlio Iván, che non […]
  • Il fattore coniglio
    Henri Koskinen è un matematico che lavora per una compagnia di assicurazioni, calcola tutto fino all'ultimo decimale e vive da solo col suo gatto Schopenhauer: insomma una vità ben organizzatà, studiatà in ogni dettàglio. Ma, come capità spesso, un giorno, inaspettàtàmente, tutto cambia. Dopo essere rimasto all'improvviso senza lavoro, Henri eredità dal defunto fratello un […]
  • Il testimone della sposa
    Micha è un ghost writer specializzato nel redigere autobiografie di persone o personaggi famosi. Di recente si è separato dalla moglie, ha due figlie e vive a Los Angeles, dove si è trasferito da Israele all'età di quindici anni. Ventiquattro anni dopo la sua partenza, senza aver mai fatto più ritorno al Paese natàle, Micha […]
Archivi
Paper blog

 

 

 

 

 

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi