Festival letterario a Testa in Sud. La puglia che scrive, la Puglia che vive

festival letterario testa a sud Un festival che da Sud porta sulla scena del mondo letterario il punto di vista dell’Italia meridionale. E grazie ad un programma fitto d’interventi autorevoli tocca tematiche importanti quali l’editoria al Sud, l’ambiente, migrazioni, viaggi e spostamenti.

Tutto questo sarà il festival letterario: “A testa a Sud – la Puglia che scrive, la Puglia che vive” si terrà dal 29 al 31 agosto ad Acquaviva delle Fonti (BA) presso Palazzo De Mari.

grazie all’iniziativa e all’organizzazione di Stilo Editrice,  il Comune di Acquaviva delle Fonti, con il contributo della Regione Puglia e in collaborazione con l’associazione culturale Puglialibre e con i Presìdi del libro di Acquaviva.

PROGRAMMA

L’editoria

Il 29 agosto si discuterà della questione ‘calda’ di una eventuale Book Commission pugliese sulla scorta della Apulia Film Commission, e della Legge regionale per il libro, argomento su cui in autunno si aprirà un dibattito. Quali le prospettive del libro in Puglia? Come cercare di diffondere la lettura? Come tenere alta la qualità editoriale nella nostra regione? Il dibattito prevede la presenza del giornalista del «Corriere del Mezzogiorno» Felice Blasi, degli editori Piero Manni, Livio Muci e Angela Schena (quest’ultima in rappresentanza dell’Associazione Pugliese Editori), del blogger di «Sul Romanzo» Morgan Palmas e del docente universitario Ferdinando Pappalardo. L’incontro, che avrà inizio alle ore 21, sarà moderato da Alessio Viola, giornalista del «Corriere del Mezzogiorno» e scrittore.

Alle 19.30 il tema sarà introdotto anche dalla presentazione della raccolta di racconti Meridione d’inchiostro (Stilo Editrice) e della rivista letteraria «incroci» (Adda). Interverranno Livio Romano, Daniele Maria Pegorari e Giovanni Turi.

L’ambiente

Il 30 agosto si parlerà di discariche e fabbriche. L’attenzione alle tematiche ambientali è condivisa, ma il problema dell’inquinamento e della qualità di vita sono lontani da una soluzione. Alle ore 19.30 Pietro Santamaria discuterà del suo volume dal titolo L’ultimo chiuda la discarica (Levante Editori) insieme a Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia: un’occasione, questa, per fare il punto sulla raccolta differenziata in Puglia e sulle soluzioni da mettere in campo per un corretto ciclo dei rifiuti nella nostra regione. Alle ore 21 il finalista del Premio Strega Mario Desiati presenterà il suo ultimo romanzo, Ternitti, sulla problematica dei lavoratori nelle fabbriche di amianto. A dialogare con lo scrittore martinese sarà Enrica Simonetti, giornalista della «Gazzetta del Mezzogiorno». Taranto e l’Ilva sono protagonisti del documentario Con disprezzo e con amore, di Monica Nitti e Vittorio Vespucci, che sarà proiettato alle ore 22 alla presenza degli autori.

Alle 18 Angela Pansini coordinerà il primo Club del libro pugliese. Si parlerà di Ternitti.

Migrazioni, viaggi, spostamenti

La nostra posizione nel Mediterraneo fa della Puglia un punto di osservazione importante per capire come sta cambiando il mondo e quali sono le ripercussioni sulle terre e sui popoli. Il 31 agosto si parlerà di questo a partire dalle ore 19.30 con la presentazione dell’ultimo numero della rivista «Marsia» (Progedit) dal titolo Mediterraneo/deserto, alla presenza del direttore Salvatore F. Lattarulo e della redattrice Anita Piscazzi (modera William Vastarella, dottore di ricerca in Semiotica). Alle ore 20.30 Giuseppe Goffredo presenterà il suo libro I dolori della pace (Poiesis) alla presenza di Fabio Losito, assessore alla Pace e Accoglienza del Comune di Bari (modera Stefano Savella). Alle ore 21.30 si parlerà dell’attualissima vicenda del campo profughi di Manduria, che nel corso di quest’anno ha ospitato già migliaia di migranti provenienti dalle coste africane: l’occasione sarà data dalla presentazione del libro Liberté! (Il Grillo Editore) di Fulvio Colucci e dalla proiezione del documentario Storie di libertà, alla presenza degli autori Paolo Inno e Riccardo Specchia (modera Enrico Consoli). Nel corso della serata l’attore Lino De Venuto reciterà passi di opere letterarie sul tema proposto con l’accompagnamento musicale di Domenico Lopez. Sarà inoltre presente un punto informativo di Amnesty International sulle maggiori attuali emergenze sui diritti umani e civili nel mondo e sull’attività dell’organizzazione.

Per tutte e tre le sere sarà presente una mostra sul riuso e riciclo con opere realizzate da Sergio Scarcelli, presidente dell’associazione ‘Osservatorio Sud’ di Bari.

Sito ufficiale del Festival:
http://atestainsud.blogspot.com/

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Nessun elemento, il feed é vuoto.

Please follow & like us :)
  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprova più tardi.
  • Sinuhe. La spia del faraone
    Colto, perspicace e coraggioso, il giovane Sinuhe gode di molto credito alla corte del faraone Amenemhat, al punto che il sovrano lo nomina capo dei servizi segreti, un ruolo di prestigio e di grande responsabilità. Ma quando un gruppo di ribelli tenta di fare irruzione nel palazzo reale, Amenemhat capisce che l'istituzione faraonica è in […]
  • Il figliol prodigo. Una difesa impossibile per l'avvocato Meroni
    Marco Sarriano è diventato da poco maggiorenne quando, durante un viaggio in Europa, smette di dare sue notizie: l'ultimo messaggio alla madre, Daniela, lo manda da Liegi. Poi di lui si perde ogni traccia, e viene iscritto nel registro delle persone scomparse. Un giorno di due anni dopo Daniela Sarriano riceve una telefonata dalla polizia: […]
  • Cloruro di sodio. I casi della sezione Q
    Nel giorno del suo sessantesimo compleanno, Maja Petersen si toglie la vita. Un gesto disperato che riporta l'attenzione su un incidente - mai veramente chiarito - di molti anni prima, quando il figlio era rimasto ucciso nell'esplosione di un'autofficina a soli tre anni. E ora, gli intrepidi disadattati del più famoso dipartimento del corpo di […]
  • La conquista di Parigi
    Figlio di una prostituta e di un cliente occasionale del bordello. Poi soldato irrispettoso, capace di guadagnarsi ogni giorno qualche fustigata le cui cicatrici ancora solcano la sua schiena. Infine, una possibilità: il duca di Wellington che vede qualcosa di più in quel ragazzo irriverente e impossibile da piegare. La sua scaltrezza, l'audacia e l'intelligenza […]
  • La casa delle tenebre
    Il primo horror di Jo Nesbø. Un bosco. Una casa. Una chiamata. E un monito: quando il telefono squilla, non rispondere... Hai il coraggio di entrare nella casa delle tenebre? Dopo la tragica morte dei genitori in un incendio, il quattordicenne Richard Elauved viene mandato a vivere con gli zii nella remota cittadina di Ballantyne, […]
Archivi
Paper blog

 

 

 

 

 

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi