Impegno civile e graffiante ironia nel Diario di un mafioso emigrante

libro di un mafioso emigrante di Nicolia Dino

Ironico, pungente, divertente, al limite tra realtà e fantasia, a tratti assurdo e quasi grottesco.

Il protagonista di questa vicenda sembra uscito direttamente da un quadro di Dalì, un film di Fellini o semplicemente da un sogno materializzatosi sulla carta dal nulla.

Nicola Pepe, un giovane lucano, laureato in economia e commercio, sogna di diventare capitano d’industria e di aprire un’azienda nella sua terra. Il sogno della sua vita è, tuttavia, alquanto particolare, diventare mafioso e dare vita alla sua personale cosca. Dopo l’apprendistato in Sicilia, presso una delle più prestigiose famiglie di cosa nostra, ritorna in Lucania. Purtroppo, il contesto economico e sociale non lo aiuta e, nonostante gli sforzi, deve ammettere il suo fallimento. Emigra in Germania e lavora come mafioso dipendente, in un’azienda che ricicla denaro sporco. Si tratta di un lavoro ordinario, da impiegato, molto lontano dal fascino esercitato su di lui dalle attività mafiose celebrate dai film di Coppola e Scorsese.

Se questa è la mafia, allora tanto vale fare il commercialista”, dichiara alla fine del suo tentativo.

Si tratta di una storia sorprendente e improbabile, leggera e divertente, politicamente scorretta, che se letta tra le riga, rivela una realtà amara e triste, che mette a nudo il fallimento di un’intera generazione.

L’autore si permette di giocare con le metafore e l’ironia, di usare l’immaginazione, e di sperimentare l’inventiva. Tutti questi elementi vengono riversati sui personaggi che animano la storia, dal protagonista Nicola Pepe al prestigioso capo mafia don Tanino Scimbeni.

Il ritmo di questo romanzo breve è molto sostenuto. Il tono, per larghi tratti leggero e ironico, si modifica completamente nel finale, quando diventa riflessivo e introspettivo. Il linguaggio asseconda l’esigenza di rendere il racconto immediato e agile.

Dino Nicolia dimostra intelligenza e sensibilità, ironia e impegno, nel dare vita ad un lavoro che noi non possiamo fare altro che consigliare sia ai lettori attenti ai contenuti che a quelli desiderosi di trascorrere un momento di svago in compagnia di un buon libro.

Il libro Diario di un mafioso emigrante di Nicolia Dino è disponibile su unilibro.it

Un Commento a “Impegno civile e graffiante ironia nel Diario di un mafioso emigrante”

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Nessun elemento, il feed é vuoto.

Please follow & like us :)
  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprova più tardi.
  • Cypher files. Con QR Code
    Se sei un appassionato di crimini, misteri ed enigmi, e hai sognato almeno una volta di essere tu a indagare, questo è il libro che fa per te. Sei un agente del CY.P.H.E.R., che si occupa di casi irrisolti e, apparentemente, irrisolvibili. Tre persone sono scomparse nel giro di due giorni nella città di Norton, […]
  • Livore
    Kay Scarpetta, l'anatomopatologa più famosa al mondo, si trova a essere la riluttante testimone chiave di un processo per omicidio di grande risonanza mediatica: quasi un anno prima, il cadavere di April Tupelo, ex reginetta di bellezza, era stato ritrovato orrendamente sfigurato su una spiaggia della Virginia. Viene accusato del suo omicidio Gilbert Hooke, il […]
  • Tre insoliti delitti
    1199: è la vigilia della festa di san Nicola e Kaspar Trevi, cavaliere templare, viene convocato dal reggente del Regno di Sicilia, in visita a Bari per assistere ai festeggiamenti. All'alba un uomo è stato trovato ai merli della fortezza, con il ventre squarciato e le viscere esposte: si tratta di Giuseppe Filangieri, un tempo […]
  • Bournville
    A Bournville, un sobborgo di Birmingham dove ha sede una famosa fabbrica di cioccolato, l'undicenne Mary e la sua famiglia celebrano il Giorno della vittoria sul nazifascismo. Ascoltano con attenzione la voce di Winston Churchill alla radio che annuncia la fine delle ostilità. Mary avrà figli, nipoti e pronipoti, sarà testimone di un'incoronazione, quella di […]
  • Un nuovo papa
    Da solo, in piscina, con l'acqua che s'infrange a ogni bracciata e il sentore di cloro nell'aria. È questo l'unico posto in cui Anthony Budd si sente veramente in pace e al sicuro, al riparo dagli intrighi della Curia e dagli sguardi inquisitori dei suoi «fratelli» cardinali. In un conclave che si sta protraendo troppo […]
Archivi
Paper blog

 

 

 

 

 

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi