L’ assassino qualcosa lascia..un thriller tutto italiano

Un ottimo romanzo di esordio per Rosa Mogliasso, giunta tra i finalisti del premio Bancarella 2010 col suo avvincente thriller che ha il sapore di opera teatrale. Laureata in storia e critica del cinema, in questo giallo italiano l’ autrice usa un linguaggio non convenzionale, talvolta colorito, unendo con maestria toni ironici e scene decisamente noir. Uno stile atipico, fresco. Un romanzo vivo quindi, reale, irriverente. E velatamente pungente nei confronti di una società tanto legata alla moralità e alla facciata pubblica, ma spesso intimamente votata alla perdizione. Una lettura decisamente piacevole e appassionante.

La narrazione è ambientata nella “Torino bene” tra locali alla moda e party notturni..qui troviamo ricchi snob dalla vita segretamente torbida che si nascondono dietro a una facciata di finto perbenismo e figli annoiati che occupano il loro tempo tra feste esclusive, alcol e droga. Ed ecco Alma Peressi, una donna ostentatamente ricca, amante della vita agiata, degli abiti firmati, della chirurgia estetica e dei gioielli costosi. E suo marito, conosciuto e stimato avvocato della città. E un omicidio..quello della figlia Verena, tossicodipendente. Le indagini del caso sono affidate all’ ispettrice Barbara Gillo, una donna single, intelligente e ironica che vive una vita unicamente dedicata al lavoro. Ad affiancarla il collega siciliano Zuccalà, appena trasferitosi a Torino dalla Sicilia. Il primo indagato è Salvatore Cascio, fidanzato della vittima e titolare di uno dei locali notturni più frequentati e alla moda di Torino. Presto le indagini si spostano anche tra le mura della famiglia Peressi. E sarà proprio lì che l’ ispettrice Gillo e i suoi collaboratori scopriranno una vita parallela dei Peressi, non esattamente così luccicante e rigorosa come quella ufficialmente presentata. L’ impeccabile avvocato che nutre una non propriamente etica passione per giovani stranieri recurtati per la città, la moglie che trova consolazione dal tradimento in una squallida tresca con il maggiordomo cingalese. Saranno queste e altre scottanti verità a condurre l’ ispettrice alla risoluzione del caso.

Perchè “l’ assassino qualcosa lascia”..sempre.

ACQUISTA ORA “L’ assassino qualcosa lascia”



I falsificatori..misteriosi manipolatori della realtà

Quello che viene definito come “il romanzo più entusiasmante e profondo di quest’ anno” ha già venduto in Francia oltre 100.000 copie e ha portato il suo autore, Antoine Bello, a vincere nel 2009 il prestigioso Prix du livre France culture télérama. Non sarà certo minore il successo nel panorama editoriale italiano.

Il libro racconta del CFR, consorzio per la falsificazione della realtà, che, da anni e senza che nessuno sospetti nulla, manipola la realtà per scopi ignoti persino ai suoi stessi membri. La storia che ci è stata raccontata è frutto di una sapiente e minacciosa invenzione, molti avvenimenti di cui abbiamo letto e che abbiamo vissuto, in realtà non sono mai accaduti. Non c’ è stato un Cristoforo Colombo, non una cagnetta Laika nello spazio..nemmeno il terribile attacco alle torri gemelle sarebbe mai accaduto. Un mondo costruito come fosse lo scenario di un teatro e noi, inconsapevoli attori, a recitare un copione in continua evoluzione. Noi, così impotenti, e manipolizzati da un misterioso demiurgo che plasma la realtà secondo idee e progetti di cui non sappiamo nulla. Sarà un giovane collaboratore del CFR che cercherà in tutti i modi di indagare, di conoscere..per capire realmente per chi stia lavorando..e perchè accada tutto questo.

Un libro scorrevole e dinamico, dove suspence e immaginazione si fondono alla perfezione. L’ autore, esso stesso un reinventore della storia e della realtà..narratore di una teoria tanto folle quanto spaventosa. Il romanzo non è così semplice narrazione, ma diventa anche spunto di riflessione per noi uomini, impotenti, disarmati, timorosi di quello che non ci è dato sapere..ma che qualcuno conosce..cosa succede nel mondo? cosa si nasconde dietro ai più grandi misteri della storia e della cronaca attuale? chi sa cosa? e noi chi siamo? e se l’ idea non fosse poi così folle?….

ACQUISTA ORA “I falsificatori”

Bianca come il latte rossa come il sangue

Un figlio di un re mangiava a tavola. Tagliando la ricotta, si ferì un dito e una goccia di sangue andò sulla ricotta. Disse a sua madre: “Mamma, vorrei una donna bianca come il latte e rossa come il sangue”. “Eh, figlio mio, chi è bianca non è rossa, e chi è rossa non è bianca. Ma cerca pure se la trovi”

E’ dall’ incipit di questa fiaba presente nella famosa raccolta di Italo Calvino che trae inspirazione il titolo del primo e fortunato romanzo di Alessandro D’ Avenia, giovane insegnante di lettere al liceo e sceneggiatore. Il diario di Leo, il protagonista, si legge velocemente, con una passione e un’ emozione che crescono pagina dopo pagina. Lo stile è sfrontato, pungente, divertente..come lo è un ragazzino sedicenne. Forte della sua esperienza giornaliera tra gli adolescenti, D’ Avenia riesce a scrivere con uno stile puro e vero. Il libro trabocca di tutti quei pensieri, di tutte quelle paure e ambizioni che sicuramente egli sente ogni giorno dalla viva voce dei suoi alunni. Ecco così che nasce un romanzo toccante e intenso quanto semplice e riflessivo. Pagine di vita vera che colgono con forza i sentimenti di un comune sedicenne alle prese con scuola, calcetto, amici, amore..e, impotentemente, alle prese con un disperato dolore. Un ritratto di adolescente diverso dal luogo comune, un ragazzo consapevole alle prese con sentimenti e riflessioni profonde. Un insegnante diverso da tutti gli altri..attento, stimolante, fiducioso nella crescita e nel miglioramento dei suoi ragazzi. Un tratteggio, neanche troppo velato, dell’ autore/professore. Un romanzo in cui si uniscono il bianco e il rosso..il bianco del silenzio, del vuoto..il rosso dell’ amore e della passione..così opposti, a volte uniti..come nella terribile leucemia di Beatrice..il suo sangue rosso che diventa drammaticamente bianco.

Un romanzo da leggere..per farsi coinvolgere, per ridere, per capire..e per piangere..perchè la vita è l’ unica cosa che non si inganna, se tu, cuore, hai il coraggio di accettarla….”

ACQUISTA ORA “Bianca come il latte rossa come il sangue”

Le regole di Mosca..un nuovo caso per Gabriel Allon

Protagonista di questo superlativo thriller è Gabriel Allon, restauratore d’ arte e agente dei servizi segreti israeliani. In Italia per il viaggio di nozze, Allon viene richiamato con urgenza e condotto in Russia per incontrare un editore in possesso di importanti informazioni per la sicurezza dell’ occidente. Giunto all’ appuntamento, Avallon non riesce tuttavia ad ascoltare le rivelazioni del suo informatore che, avvelenato, muore tra le sue braccia impotenti. Ecco allora che da Tel Aviv arriva l’ imposizione di un trasferimento nella capitale russa al fine di monitorare la situazione e capire cosa si sta tramando..e soprattutto chi sta tramando. Con scenario la bella Mosca, ecco svilupparsi l’ avvincente trama..Gabriel scoprirà presto un piano tanto ardito quanto minaccioso: un ambizioso gruppo di stalinisti sta cercando infatti di ricostruire l’ impero di un tempo per restituire gli antichi fasti e opporsi al nemico di sempre, gli Stati Uniti. Tra essi anche un ex colonnello del KGB, magnate finanziario e trafficante d’ armi. Sarà quest’ ultimo a prendere contatti con Al Qaeda per fornire un potente ordigno bellico in grado di consentire terribili e distruttivi attentati. Tutto è ora nelle mani di Gabriel..da lui dipende la sicurezza di intere popolazioni.

Thriller mozzafiato di una vincente serie che vede protagonista il restauratore e agente segreto Gabriel Allon, “Le regole di Mosca” colpisce e coinvolge anche per l’ attualità dei riferimenti storici e dei temi trattati: le nuove minacce provenienti dall’ est europeo e la costante, minacciosa presenza di Al Qaeda nella cronaca di tutti i giorni. Presenza avvertita  e temuta continuamente da un Occidente impaurito dopo quel maledetto 11 settembre. Colpiscono la precisa ambientazione, la trama ricca di suspence e la forte caratterizzazione del personaggio, al quale ci si è già affezionati dai volumi precedenti.

Una nuova, ulteriore conferma per quello che viene definito uno dei più grandi giallisti del nostro tempo.

ACQUISTA ORA “Le regole di Mosca”

Indesiderata..e la Svezia colpisce ancora!

Ancora un’ autrice svedese. Il nord continua a dare vita ad appassionanti thriller dalla trama ben delineata e coinvolgente. A scrivere è la penna di Kristina Ohlsson, al suo debutto narrativo con questo avvincente giallo che è già un bestseller europeo. La Ohlsson, analista di sicurezza internazionale, vanta un’ esperienza lavorativa al Ministero per gli Affari Esteri e al Swedish National Defence College. E’ anche dalla sua esperienza in materia di politica estera, di conflitti e di sicurezza, che nasce uno stile preciso e consapevole, fatto di un realismo narrativo accattivante. La storia è assolutamente verosimile, i dettagli investigativi ben approfonditi e i personaggi ben delineati. Tutto ci ricorda un preciso rapporto della polizia. Con un pizzico di romanzo.

“Indesiderata” narra le vicende investigative dell’Ispettore Alex Recht e della sua collaboratrice Fredrika Bergman, stimata analista investigativa, alle prese con quello che sembra un rapimento, ma si rivelerà un oscuro e inspiegabile omicidio. Il romanzo comincia con la misteriosa scomparsa di una bambina lasciata sola, mentre dormiva, dalla madre, allontanatasi durante l’arresto del treno a causa di un guasto. Cominciano le ricerche e si individua nel padre, un uomo violento, separato in modo burrascoso dalla madre, l’ artefice del rapimento. Ma ecco la svolta: il drammatico ritrovamento del corpo della bambina nel parcheggio di un ospedale. Un corpo senza vita, la testa rasata e una scritta sulla fronte..INDESIDERATA. E tutto precipita. Chi è stato a fare questo? E perchè? Lo farà ancora?

Un ottimo thriller..assolutamente da non perdere! Per una lettura tutta suspence dalla prima all’ ultima pagina.

ACQUISTA ORA “Indesiderata”

Nessun elemento, il feed é vuoto.

Please follow & like us :)
  • Meglio morto
    Mi guardo intorno e vedo il nulla. Proprio ciò che cercavo. Questa cittadina di confine non ha niente da offrire: nessun negozio decente, nemmeno un posto dove bere un buon caffè. Qui non ci viene nessuno in vacanza: qui ci si arriva solo se si ha un motivo. Io un motivo ce l'ho. E se […]
  • La regola del bonsai
    A sette anni, mentre assiste con il padre Rudolf allo sbarco del primo uomo sulla luna, Werner Wolf viene a sapere qualcosa che gli cambierà la vita per sempre: sua madre Klara è il frutto segreto della relazione tra Eva Braun e Adolf Hitler. L'inevitabile conseguenza è che Werner ha avuto in sorte come nonno, […]
  • Il vivo mare dei sogni a occhi aperti
    È un mercoledì pomeriggio quando Anna entra nel parcheggio di Argyle Street, di fronte al Royal Hobart Hospital, e si accorge che le manca un dito. È sparito, il suo anulare sinistro è sparito come il sole nascosto dal fumo degli incendi, come intere specie animali condannate dal riscaldamento globale, come arbusti, eucalipti e piccole […]
  • Amore matrimonio
    Studentessa di medicina a Londra, Yasmin Ghorami ha diversi motivi per non lamentarsi: una famiglia che la ama, una promettente carriera come medico e soprattutto un bel fidanzato, Joe Sangster, compagno di università e futuro sposo. Eppure, quando le nozze ormai si avvicinano, l'incontro tra la sua famiglia e quella di Joe si rivela per […]
  • Zucchero bruciato
    Tara è sempre stata una ribelle, contro tutto e tutti. Costretta a un matrimonio di convenienza, è scappata di casa, si è presa diversi amanti, ha vissuto a lungo insieme con un guru e si è persino ridotta a fare la mendicante. In tutto ciò, sua figlia Antara, per lei, è sempre stata un peso, […]
Archivi
Paper blog

 

 

 

 

 

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi