Articoli marcati con tag ‘romanzo’

Stendhal e il romanzo psicologico: il rosso e il nero, la Certosa di Parma

Stendhal, pseudonimo di Marie-Henri Beyle, nasceva il 23 gennaio di 229 anni fà (1783) a Grenoble in una casa di Rue des Vieux Jésuites, oggi il numero 14 di rue Jean-Jacques Rousseau, da una famiglia borghese della piccola cittadina dell’Isère nella regione Rhône-Alpes.

Scrittore e reporter di viaggio, innamorato dell’Italia dove per anni visse, esordì col suo primo scritto nel 1815 con le biografie dei compositori austriaci Haydn e Mozart, e del poeta riformatore del melodramma italiano Metastasio; seguite appena due anni pù tardi da una “Storia della pittura in Italia” e dal libro di ricordi e d’impressioni Roma, Napoli, Firenze.

Marie-Henri Beyle cominciò così a firmarsi Stendhal, pseudonimo che si pensa sia dovuto al nome della città di Stendal (Germania), luogo di nascita Johann Joachim Winckelmann, storico e critico d’arte molto ammirato da Beyle.

Stendhal è celebre soprattutto per i suoi due romanzi di formazione “Il rosso e il nero” del 1830 e “La Certosa di Parma” del 1839, oltre all’opera rimasta incompiuta “Lucien Leuwen”; anche se la produzione dello scrittore fu molto ampia. Libri scritti con quella prosa che lo rese famoso, una prosa che scava e ricerca nei personaggi una verità psicologica, facendo di Stendhal uno dei maggiori esponenti del romanzo francese dell’800.

Il rosso e il nero” del 1830 trae ispirazione da l’affaire Berthet datato 1827: il figlio di un maniscalco è portato in giudizio e poi condannato a morte per l’assassinio dell’amante, moglie di un notaio di provincia. Il libro sembra amplificare questo aneddoto, nel quale Stendhal vede la manifestazione di un’energia popolare che la società conservatrice della Restaurazione reprime. Un mondo, quello della Francia della rivoluzione del 1830, messo a nudo sotto l’aspetto psicologico dall’autore che condivide con chi legge i pensieri e le azioni dei suoi protagonisti, facendo riflettere sull’ipocrisia di fondo di cui si nutrono quotidianamente i rapporti umani.

Il secondo grande libro, “La Certosa di Parma”, è quello che tradizione vuole essere composto a Parigi, in un edificio al numero 8 di rue Caumartin, fra il 4 novembre e il 26 dicembre del 1838, durante una volontaria reclusione dell’autore durata 52 giorni. Sempre la tradizione (o la leggenda?) vuole che Beyle, rinchiuso nel suo studio, diede ordine alla servitù di rispondere “il signore è a caccia” a qualsiasi visitatore in modo da non essere interrotto e che inoltre, questo romanzo non fu scritto di suo pugno ma dettato, parola per parola, ad un abile copista, unico estraneo accettato nella camera/rifugio.

L’analisi profonda dei personaggi nei suoi scritti è sicuramente la caratteristica più spiccata dell’opera di Stendhal che tutt’oggi è studiato per l’eccezionale complessità dei caratteri e delle dinamiche che guidano i rapporti tra gl’elementi descritti tra le pagine.

Le novità di narrativa in uscita da TERRE di MEZZO Editore

Terre di mezzo, una casa editrice quanto mai particolare nata dal un “pamphlet” fatto di poche pagine che veniva distribuito per strada a mano, presenta le nuove uscite 2012 della casa in libreria.

Dopo il successo ottenuto con il romanzo sociale di Pietro De Viola “Alice senza niente” presentato da UNILIBRO in streaming, l’editore esce con nuove proposte molto interessanti e attese dai molti che hanno saputo apprezzare in questi anni la qualità della proposta della piccola casa.

Vogliamo segnalare tra l’ampia offerta: “Una notte lunga abbastanza”,  il racconto inedito di quel limbo tra la giovinezza e l’età adulta del futuro biografo delle star Michele Monina, quel periodo che ci afferma e definisce tutti. Il servizio civile in un dormitorio per senza tetto, la conoscenza con la violenza, la scoperta dell’amore per la scrittura: Monina ci prende per mano e ritorna, attraverso questo testo, sul “luogo del delitto” per fare i conti con i propri fantasmi.

L’interessante riedizione di “Mi chiedo quando ti mancherò”, di Amanda Davis che attraverso splendide pagine ci narra la storia di Faith, 16 anni, in fuga da un’adolescenza complicata, una vita quella di Faith tormentata dal segreto di una vendetta e dalla sua alter ego, verso una nuova vita con il Circo Fartlesworth.

Infine molto interessante è l’intervista inedita contenuta in “David Foster Wallace, Un’intervista inedita” di Ostap Karmodi che conversa con l’autore di Infinite Jest, in cui traccia un ritratto al tempo stesso spietato e brillante della nostra società tra luci e ombre.

“the Help” un’umanità intensa e commovente

Scritto in cinque anni dal 2004 al 2009 da Kathryn Stockett, pubblicato in Italia da Mondadori nel 2010 titolato “l’Aiuto”, ristampato oggi con il titolo originale “the Help” e incentrato attorno alle figure di alcune domestiche afro-americane a servizio delle famiglie bianche di Jackson nel Mississippi, nel pieno degl’anni sessanta.

Il romanzo della Stockett ha tre voci che ne tessono la trama, quelle rispettivamente di: Aibileen Clark, domestica afro-americana che nella sua vita altro non ha fatto che educare i figli dei bianchi e che ha perso l’unico figlio in un incidente sul lavoro; Minny Jackson, anche lei domestica di colore il cui caratteraccio le ha fatto spesso perdere il lavoro, nonostante abbia un forte bisogno di denaro per mantenere la sua enorme famiglia; ed infine Eugenia “Skeeter” Phelan, la giovane ragazza bianca fresca di laurea con aspirazioni da scrittrice.

Il romanzo della Stockett è ormai un Bestseller e la trasposizione cinematografica lo ha, se possibile, premiato ulteriormente ai botteghini.

Vogliamo  segnalarvi un commento veramente interessante segnalatoci su Twitter, che ci fa capire la portata di questo testo:

“Ho letto The Help nella prima pubblicazione italiana, mi sembra due anni fa. Ne aveva sentito parlare mia moglie a “Che Tempo Che Fa” di Fazio Mia moglie sapendo che mi piace la letteratura americana me lo ha passato.
Innanzi tutto vorrei dire che è un libro da consigliare a tutti e non solo alle donne, come ho letto in una recensione.
The Help racconta di una giovane americana che laureatasi vorrebbe diventare scrittrice e tornando a casa a Jacson nel Missisipi ( negli anni sessanta ) non trova più la vecchia domestica nera. Con la nuova piano piano si instaura un amicizia.
Nasce così l’idea di scrivere un libro che racconta tutti i commenti delle domestiche nere a riguardo delle loro padrone. Il libro all”apparenza ” leggero ” nasconde un’umanità intensa e commovente.” (Sandro Gentili)

52 anni fa moriva Sibilla Aleramo: scrittrice, poetessa e femminista

Sibilla Aleramo, nata come Rina Marta Felicina Faccio ad Alessandria il 14 agosto 1876, è forse una delle donne più importanti della letteratura italiana del 900, scrittrice e poetessa che ottenne la stima di grandi suoi contemporanei come Luigi Pirandello, Benedetto Croce, Salvatore Quasimodo e Alberto Moravia per citarne alcuni.
Lo pseudonimo nasce, all’uscita del suo primo libro “Una donna”, suggerito da Giovanni Cena che trasse il cognome Aleramo dalla poesia del Carducci ‘Piemonte‘ e il nome Sibilla dalla figura mitologica greca e latina.

“Una donna” edito nel 1906 è un testo autobiografico, dove la scrittrice si racconta dall’infanzia fino alla sofferta decisione di lasciare il marito e soprattutto il figlio, scelta tutt’altro che facile per una donna nei primi anni del ‘900, scelta dettata dalla volontà di una vita libera e consapevole e contro la costrizione e l’umiliazione dell’esistenza a cui molte donne erano condannate dalla mentalità di allora.

Il romanzo fu un trionfo letterario e fu presto tradotto in quasi tutti i paesi europei e negli Stati Uniti. Luigi Pirandello lo commentò così: “Pochi romanzi moderni io ho letti che racchiudano come questo un dramma così grave e profondo nella sua semplicità e lo rappresentino con pari arte”.

La sua fu una vita dedicata alla scrittura, alla cultura e alla politica. Moriva 52 anni fa questa grande donna all’età di 83 anni il 13 gennaio del 1960.

Il ritorno di Sebastiano Guarenti: “La verità del serpente”

Gianni Farinetti torna a Venezia, dopo lo splendido preludio nel suo “Regina di Cuori“, esce l’attesissimo ritornoLa verità del Serpentepubblicato per la casa madre Marsilio. Il nuovo romanzo dello scrittore di Bra (Cuneo) e torinese d’adozione evoca del serpente, il sinuoso movimento ipnotico, l’ambiguità emblematica e il dente avvelenato. Un giallo immerso in una Venezia che è appunto serpente con la flessuosità dei suoi inganni e con le sue mille facce. I molti volti di Venezia: una apparentemente placida casa patrizia, la Leonella, il chiassoso Festival del cinema, il fascino decadente; fanno da sfondo ad una nuova avventura di Sebastiano Guarenti, l’eterno protagonista dell’autore.

Nel fitto chiacchiericcio di un’occasione mondana, fra una maestosa tomba di famiglia (forse in vendita) e un party in uno storico palazzo del Canal Grande, una passeggiata alla luce mattutina lagunare da campo Santo Stefano a campo San Beneto e la visita a una casa disabitata (o forse no) della Giudecca, si compie la tragedia. Lo sceneggiatore piemontese-romano Sebastiano Guarienti è alle prese con la soluzione dell’intricato enigma e due anziane sorelle torinesi, un’elegante signora milanese e un eccentrico svizzero con amichetta al seguito, una simpatica ragazza di buona famiglia e una formidabile cuoca saranno tutti coinvolti nel più classico dei misteri della camera chiusa dove il palcoscenico dell’azione è l’intera Venezia di fine estate.

L’attesissimo ritorno in Marsilio e alla scrittura di Farinetti è un romanzo sapientemente costruito con la precisione e l’amore artigianale a cui il Farinetti ci ha da lungo tempo abituato, un opera che rispecchia ancora una volta la vivida intelligenza narrativa capace di toccare le pieghe più intime dell’animo umano come le più oscure nicchie della mente e del cuore. Un ritorno al Farinetti più classico che non mancherà di torturare, spiazzare e deliziare il lettore, con un libro imperdibile per gli amanti dell’autore.

Nessun elemento, il feed é vuoto.

Please follow & like us :)
  • La casa dei notabili
    Tunisia, anni Trenta. Sullo sfondo di un paese in fermento, alla ricerca della propria identità, si intrecciano le vite e i destini dei membri di due importanti famiglie dell'alta borghesia di Tunisi: la famiglia en-Neifer, dalla rigida mentalità conservatrice e patriarcale, e la famiglia ar-Rassa', liberale e progressista. Il nucleo attorno al quale ruotano le […]
  • La saggezza e l'audacia. Discorsi per l'Italia e per l'Europa
    Il Green Deal, la transizione digitale, un'Europa più forte e democratica, una maggiore giustizia sociale sono progetti indispensabili e di grande portata che l'Europa sta portando avanti, e dobbiamo riuscirci per lealtà verso i nostri concittadini. Ma l'Europa ha anche e soprattutto bisogno di un nuovo progetto di speranza, un progetto che ci accomuni, un […]
  • Tutti i fiori di Parigi
    Parigi, oggi. Dopo un brutto incidente, Caroline Williams si risveglia in ospedale senza alcun ricordo del suo passato, a eccezione di alcune immagini confuse di un uomo e di una bambina. Con l'aiuto di Victor, lo chef di un ristorante del quartiere, Caroline cerca faticosamente di ricomporre i tasselli della sua vita. Il percorso è […]
  • Promessa mortale
    Per la detective Kim Stone non è raro trovarsi di fronte a brutali casi di omicidio, ma stavolta c'è qualcosa di diverso. La vittima infatti è il dottor Gordon Cordell, un uomo dal passato oscuro coinvolto in una precedente indagine, e Kim continua a domandarsi chi potesse desiderarne la morte. Uno strano senso di inquietudine […]
  • Dopo la guerra
    Cosa lega, in questo romanzo-mosaico, le vite dei protagonisti? Un nome, una fotografia, un ricordo spalancato su una fossa comune, un pittore che non vuole più dipingere? La risposta potrebbe essere, per usare le parole di Claudel, «La guerra, che è la più volgare incarnazione del caso». Siamo in Germania, guardiamo le cose dalla parte […]
Archivi
Paper blog

 

 

 

 

 

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi